palmare [2]

dopo lunghe ricerche ho quasi deciso cosa comprare, prima però una breve premessa. Siccome è il primo palmare e non voglio esagerare con i costi, siccome utilizzo linux (60%), windows (40%) e forse tra un pò (di mesi) anche os X e quindi voglio un palmare veramente compatibile e siccome ho l’assoluta necessità di un buon gps.. il quasi vincitore è il palm zire 72, perchè quasi vincitore?

Perchè sono, molto, intrigato da palm OS 6 che pare sfrutterà linux e che voci maligne dicono incompatibile con gli attuali device in commercio. Quindi mentre passerò il mio mesetto classico di valutazione oggettiva dell’acquisto, durante il quale cambierò idea una dozzina di volte, mi deprimerò leggendo articoli pessimisti (ma molto interessanti) sui newgroup e cercherò software inutile da installare, continuerò a dare un occhio al futuro os casomai uscisse in tempo.

ciuaz

  • Fai un po’ te ma, dopo una attenta analisi (ed una buona settimana di giri in internet e negozi a toccare con mano), per me l’Acer N30 ha un migliore rapporto caratteristiche/prezzo. Con un buon cellulare con BT dovrebbe anche funzionare bene la navigazione. Vien via a meno di 300 euro quindi hai in tasca altri bei euroni per prenderti il GPS (il cui supporto è grantito). Una cosa ottima mi pare il supporto per USB esterni, tipo le chiavette. L’unico dubbio è l’interoperabilità con Linux ma, appena mi arriva, magari ti so dire cosa ne pensa la Mandrake 9.

  • il fatto è che l’acer è purtroppo windows based.. e siccome da ultime esperienze la cosa significa un palmare piantato ogni 10 min e con un’autonomia inferiore alla giornata l’ho scartato… il palm utilizzato come pim, lettore di email e documenti (quindi no mp3, gps) ha un’autonomia a pieno regime di utilizzo di minimo 5 giorni! non c’è storia…

  • Ho presente delle situazioni differenti, per quanto concerne l’autonomia, cmq pare sia sempre a favore dei palmari palm-based. Attenzione però al supporto BT, non è una passeggiata con Palm. Basati su palm ne ho avuti due (tutt’ora in funzione presso colleghi ai quali li ho venduti) e sostanzialmente ne son rimasto contento. Ho provato però un PDA con Pocket PC (un Trium Mondo) e di devo dire che l’integrazione con il PC è stata più che ottima, sotto tutti i punti di vista. Per la durata non posso fare un confronto ché il Trium aveva la batteria esausta e stava accesso dei minuti, grossomodo.

  • la mia esperienza su ppc è su qtek 2020 ed hp hx2210+tom tom entrambi di clienti. Devo dire di non esserne rimasto particolarmente entusiasta, l’hp aveva una durata della batteria ridicola mentre il qtek non si può dire un mostro di stabilità e performace. Inoltre la scelta palm è dettata dal fatto che la sincronizzazione con evolution su linux è nativa e stessa cosa con iCal per os X. Per ppc c’è un client (che uso per il t610) ma funziona al meglio solo con la vecchia release di evolution, e quindi preferirei evitare. Per quanto riguarda winz l’unico pim che uso è outlook in ufficio, ma raramente lo metto in sincro con il cellulare (che è quello che da tramite tra le varie macchine) quindi l’integrazione 100% con windows mi interessa poco…

%d bloggers like this: