Viva Zapatero!

Ieri ho visto il film/documentario della Guzzanti intitolato “Viva Zapatero“. Devo dire che effettivamente negli ultimi 2 anni (cioè nel tempo intercorso da quando è successo il fattaccio a oggi) la situazione è peggiorata ulteriormente, bisognerebbe quasi fare un Viva Zapatero 2.0….

L’Italia ormai è lo zimbello di tutta Europa, unico paese in mano ad un dittatore incipriato e sorridente che grazie alla sua potenza mediatica riesce a farsi approvare le sue (antidemocratiche) leggi, fare il lavaggio del cervello a chiunque e chiudere la bocca a chi non gli è simpatico.

Ed unico paese nel quale i giornalisti osano fare scioperi di due giorni per stipendi che non, penso, meritano affatto…

ciuaz

  • Ciao fullo, sono un tuo appassionato lettore e questa volta mi sono deciso a rispondere :-P

    Sono completamente d’accordo con te, VIVA ZAPATERO!!! Ma mi sorge un dubbio sui giornalisti: perchè scioperano se poi non cambiano sostanzialmente niente nel loro modo di fare giornalismo? Scioperano venerdì, sabato e lunedì ritornano ad essere sempre gli stessi! Quanta ipocrisia!
    Con questo non voglio dire che gli scioperi non servano, anzi dovrebbero durare molto di più ed essere più radicali per poter portare a qualche modifica. Voglio dire che si sciopera per il mancato rinnovamento dei contratti di lavoro(azione sacrosanta), ma non ho mai visto uno sciopero dei giornalisti per la libertà di stampa o di espressione! Al massimo comunicati….parole! Come diceva “l’assessore”: fatti non pugnette! :-)

    ciao

  • sottoscrivo tutto :)

    fortunatamente grazie a internet ( e forse in modo specifico al mondo dei blog ) chi vuole riesce a trovare fonti di informazione alternativa, ma per molti la rete è ancora difficile da usare ( forse un po’ per un discorso generazionale ) e quindi si deve accontentare della pappa pronta fornita dalle sette sorelle (rai1rai2rai3retequattrocanalecinqueitaliaunolasette) .

    spero che la televisione così come la conosciamo sià sulla via del declino …

  • Nicola

    Innanzitutto NON siamo gli zimbelli dell’Europa solo ma di 1/2 mondo.
    Te lo assicuro in quanto in Cina (do ve ho qualche amico) mi dicono che si l’Italiano è visto come il “Don Juan” (=Don Giovanni) internazionale, però questo è quello che pensa la gente di strada (passatemi il termine), mente gli alti funzionari statali pensano che l’Italiano è nessuno!
    L’esempio che mi hanno fatto è abbastanza esplicito; quando fanno i summit tra Paesi in Pechino/Shangai i Deteschi arrivano Lunedì mattina 8/10 ore di riunioni ed al Martedì mattina ritornano in “bavaria”. L’Italino arriva Lunedi si fa qualche ora di riunione poi trascorre il resto edlla settimana (spesato dai vari governi) a fare shopping!

    Quindi VIVA ZAPATERO!

  • ma dai che dici. Non abbiamo più competitività in europa, siamo i servi degli americani e di Bush. I parlamentari europei ci ridono in faccia. Berlusconi si fa le leggi ad personam ma non siamo zimbelli, siamo dei grandissimi zimbelli

  • Ciao fullo,
    mi trovi totalmente d’accordo con quanto dici…

    E’ una vergogna che non riusciamo a fare nulla per farci sentire…
    Cmq vi consiglio un sito che raccoglie materiale audio video straordinario su questo tema e non solo…
    -> Arcoiris TV
    In particolare c’e’ il materiale ( moltissimo ) della giornata del 1 ottobre, che ha visto un incontro notevole a Roma con la tematica della censura e del giornalismo come liberta’ d’espressione…
    C’erano la Guzzanti, Travaglio. Freccero e molti altri e sono venute fuori molte tematiche interessanti… soprattutto sulla liberta’ d’espressione e sul conflitto leggi di mercato/informazione e non intrattenimento puro e semplice…

    Complimenti per il sito, e speriamo che qualcosa si muova…

%d bloggers like this: