LinuxDay ’05

E’ finalmente finita la conferenza-maratona a Cesena. Gli ultimi 4 giorni sono stati, per tutti quelli che hanno collaborato (Santana in testa), un vero e proprio massacro sia psicologico e che fisico. Vuoi per le sfighe tipo “sciopero nazionale di *” e “tempo da lupi all’ennesima potenza” e vuoi per un’influenza subdola che ha risparmiato ben poca gente, io per primo ho vagato febbricitante per due giorni facendo l’untore a destra e manca.

Nel complesso però non ci si può lamentare. Il pubblico, anche se inferiore agli altri anni per i motivi sopra esposti, è stato stranamente attivo facendo partire alcune interessanti discussioni e la qualità dei talk è stata come sempre ineccepibile rendendo soddisfatto anche il Corso di Laurea di Scienze dell’Informazione che ci ha gentilmente offerto le aulee.

Anche reincontrarsi per fare delle chiacchere con i relatori stabili, koba ed andrew, è sempre un piacere. Soprattutto se le chiacchere vengo fatte davanti ad un buon bicchiere di vino e qualche stuzzichino. E’ sempre bello notare che tra nerds geeks ci si intende sempre… :)

Altro soggetto interessante conosciuto quest’anno in the rw è l’architetto, anche se insiste a definirmi “il guastatore” solo perchè gli ho posto una innoqua domanda alla fine del suo talk. Dovrebbe solo ringraziarmi per avergli dato la possibilità di chiarire alcune cose…tzè!

Probabilmente grazie al mischione birra, fragolino ed influenza, la sera prima del suo talk abbiamo intavolato un bello scambio di idee e vedute su di tutto, da quanto è meglio il mac (per lui e ciccio.. ma non mi hanno convinto molto) ai problemi del nostro lavoro sul territorio italiano, dove la maggior parte delle aziende non capisce perchè dovrebbe avere un sito o perchè dovrebbe investirci sopra o entrambe le cose. Costui è anche una delle pochissime persone, che conosco, che abbiano mai letto il libro dell’orso bianco, un must per chi fa il nostro lavoro e stranamente per nulla, o comunque molto poco, conosciuto in Italia.

Per quel che mi riguarda penso di aver fatto un buon talk, nulla di eccezionale ma abbastanza chiaro da essere capito al volo da tutti ed accurato da essere stato addirittura citato tre volte da koba (un onore per un finto sistemista come me… non sono deeegno, non sono deeeegno), il quale tra l’altro, sempre durante il suo talk, mi ha dato qualche idea da aggiungere alle slide prima di pubblicarle.

Un’ultima nota, le magliette fatte per l’evento con su scritto “Ph34r my l33t kung f00!” sono andate a ruba, e la maggior parte dei relatori ne conosceva pure il significato. Hurrà! :D

ciuaz

%d bloggers like this: