Top 100 Italia

Per pura curiosità, insieme a Luca e Matteo, ho iniziato a collaborare (a tempo molto perso) al nuovo progetto di Ludo: la top100 italiana dei blogs.

In una prima fase sono stati definiti i criteri di valutazione dei blog (ed ad essere onesti ancora non c’è nulla di assoluto…), poi grazie a strumenti sociali come google spreadsheet abbiamo giocato un pochino con i dati ed infine è stata creata una Mailing List per discutere dei risultati con tutti.

IMHO il bello di questo progetto è che sta emergendo una strana realtà parallela a quella della blogosfera fatta di contenuti e commenti (e di gare a chi piscia più lontano).

In ML è emerso che i blog che su technorati sono classificati ai primi posti non sono in realtà blog. Infatti questi ultimi sono dei contenitori di risorse (template, animazioni, script, plugin e quant’altro) per i blogger che in cambio di un download chiedono un semplice link. Peccato che questo semplice link li porti a scalare le classifiche di technorati, google e compagnia bella.

Altra cosa emersa è che alcune piattaforme di Nanopublishing (per fortuna non Blogo) sfruttano i domini di terzo livello per fare rank-spamming tra alexa e, sempre, technorati rimanendo nei primi posti di questi (troverete una bella iconcina a forma di scarrafone a fianco dei blog in questione).

Ultima cosa emersa è che molti blogger di Splinder non sanno/non vogliono attivare l’autodiscover dei feed, non che la cosa sia indispensabile. Ma di sicuro darebbe una miglior visibilità al proprio blog ed ai vari aggregatori di contenuti sparsi per la rete.

Altre novità a breve. Intanto, per favore, se volete parlare sul vostro blog della classifica, magari spiegando perchè potrebbe funzionare (e anche non), usate qualche tag come top100 o top100italia così potremo tener traccia delle nuove idee più facilmente :)

Ah già… non è che mi date una spintarella a risalire i vertici della classifica con qualche link? Ma io non ve l’ho chiesto, deh!

Ciuaz

  • Confermo. Nel nostro lavoro con MoltoMondiale, che comprendeva anche un settore di catalogazione e ranking dei blog italiani, abbiamo scoperto una serie di malori e malesseri di piattaforme e singoli blog, anche tra le star, che ci hanno lasciati, direi, piuttosto sorpresi.

  • Molto molto interessante.

    una top100 un pochino più realistica…!

  • Mi sembra un’ottima iniziativa in effetti quella di Technocrati sembra tutto
    forchè veritiera come classifica blog

  • non ho capito: cos’è che fanno con i domini di terzo livello?

  • Pingback: Il tuttlog di Tassoman()

  • cito dalla ML

    Alexa non fa nessuna distinzione tra ad es. mioblog.splinder.com e splinder.com e altroblog.splinder.com. Le URL con un path (come la tua che riporti sopra) danno il valore della URL principale (nel tuo caso webdomus.it) e quindi escludo anche quelle.

    Mi dispiace, ma è l’unico modo per non avere “effetti network” come
    Blogosfere, che fra poco sego dal ranking di Alexa per questo stesso
    motivo…

  • ah ok, ma non mi pare una cosa in cattiva fede, sebbene sicuramente c’è da indicarla in qualche modo

  • ci stiamo lavorando (anzi.. ludo ci sta lavorando) appena mette su uno pseudo-cms inizieremo a scrivere qualche FAQ/Tutorial. Per ora è tutto in stra-beta :)

  • Pingback: Deeario()

  • Grazie per l’iniziativa! Grazie ad essa ho scoperto che Luttazzi ha ricominciato ad alimentare il proprio blog.

%d bloggers like this: