Netwo, Yahoo!, RItaliaCamp e tanta, ma tanta, gente.

Negli uffici di yahoo Weekend lungo impegnativo questo. Iniziato venerdì mattina alle 5.00 e finito domenica alle 2.00.

Venerdì insieme al neonato gruppo di lavoro Netwo sono stato ospite di Yahoo! Italia, dove tra una partitella a calcetto (dove per poco con Luca non abbiamo battuto gli agguerritissimi Stefano e Guidone) e l’altra si è parlato di Web 2.0 e dell’attuale mercato italiano con tutte le complicazioni annesse e connesse.

Il nostro ospite, Massimo Martini, responsabile di Yahoo! Italia, ci ha spiegato cosa fa (e farà) la sede italiana del motore di ricerca ed ha partecipato alle varie discussioni che sono nate durante la giornata. Gadget a parte, il bello della giornata è stato incontrare persone (poi riviste il giorno dopo al RItaliaCamp) che hanno mentalità affine ed idee simili ma che per motivi puramente geografici non avevano mai interagito. Mi ha fatto piacere soprattutto conoscere il “team” di Nimboo e il loro modo di lavorare veramente unico…

Piccola delusione è stato l’approcio di Yahoo! per il mercato italiano, dove si occupa solo di contenuti (per lo più con Answers) e di pubblicità (con Overture). Niente sviluppo quindi, e di conseguenza nessuna innovazione per il nostro paese del terzo mondo informatico. Fortunatamente per noi hanno ripreso a comparire le prime startup ed i primi progettimade in Italy” di un certo spessore.

Usciti dall’incontro con Yahoo! il pomeriggio è proseguito con un breve aperitivo in centro (dove si sono continuati i discorsi tra il serio ed il faceto) e per alcuni fortunati con la cena al Geek Girl Dinner, il sottoscritto invece si è felicemente alcolizzato insieme a Mufulone (grazie per l’ospitalità cumpà) di Scendilkane al birrificio.

Sabato mattina è iniziato invece male, ancora stanco della giornata precedente, e dai relativi stravizi della sera, ho arrancato fino alla fermata della metrò per raggiungere Stefano e recuperare un taxi. Purtroppo un paio di indicazioni errate ed una camminata non prevista, causa soppressione di due fermate del bus per lavori, mi hanno fatto perdere l’incontro con il fonero (che tra l’altro era rimasto senza telefono causa caduta della linea H3G) col quale poi mi sono reincontrato direttamente all’Università Bicocca per assistere al RItaliaCamp.

Prima di proseguire col post mi cospargo il capo di cenere e chiedo umilmente scusa agli organizzatori se non ho partecipato attivamente ai talk ed alle discussioni sul portale di italia.it, cosa che ho anche ammesso candidamente in videoconferenza con Robin Good (un uomo, una macchina da ripresa). Spero di essermi comunque guadagnato la pagnotta (ed i salumi, i formaggi, il vino, etc, etc di San Lorenzo) garantendo il supporto wireless all’evento (anche se solo per 20 minuti circa).

Non ho partecipato attivamente perchè mi sono autogestito un barCamp nel barCamp. Ho chiaccherato con più persone possibili (cosa che ho fatto poco finora) ed imbastito discorsi molto interessanti, che spaziavano dal marketing all’extreme programming. Hanno addirittura provato a convertirmi a Ruby (Giovanni [qui il suo blog serio], scusami se sono fuggito.. ma i clienti non perdonano) ed a Python con regalini e cotillon (Ludo, non basta una spilletta :P ).

Ho poi scoperto che il blogger che leggo da più tempo (ma su un diverso media) è Giorgio Zarrelli. Eletto ad eroe personale dopo aver appreso che è lui l’artefice dei cd con QNX e BeOS sull’ormai defunto inter.net. Eroe soprattutto per QNX, il vero primo livecd, che mi salvò la vita al primo webb.it dove l’hd morì miseramente a metà evento.

Il pomeriggio del RItaliaCamp è poi passato in totale polleggio, tant’è che anche JTheo è riuscito a rallentare (e rilassarsi) un attimo. L’evento si è poi chiuso alle 18.00 aiutando a ripulire le aulee ed andando con un ristretto gruppo di campers ad un sushi bar dove ci siamo fatti un paio di birre, sushi e sashimi in totale relax.

Il viaggio di ritorno con Cristian è passato bene come al solito, con chiacchere su musica (abbiamo i gusti agli antipodi :D ), sugli scherzi da organizzare per il giorno dopo su downloadblog ed ossblog e sul CampCamp.

E domenica? Beh… ho appreso che avrò delle tende in studio (chi vuol capire capisca…)

Copertura mediatica degli eventi:

ciuaz

  • Fullo non farmi fare brutte figure, linka almeno il mio blog serio, non quello cazzeggiante :)

  • Ehhhh…adesso voglio il badge “Eroe personale di Fullo” :-)

    Grazie per la stima immeritata :-)

  • Gusti agli antipodi? Forse è perchè ancora non sei venuto ad un mio concerto..allora sì che potresti fare certe affermazioni :D

  • Bellissima l’espressione di Barcamp nel Barcamp :)

    Grazie per il supporto e la presenza comunque!!!

%d bloggers like this: