Tag Archives: hardware

HP cederà le linee di produzione dei pc?

Come qualcuno di voi avrà letto pare che dopo aver risentito della maledizione Palm (notate come tutte le aziende che comprano Palm o prodotti/marchi di Palm ad un certo punto, a prescindere dalla qualità insita del prodotto, lo dismettano?) HP abbia deciso di non produrre più hardware sul sistema operativo web oriented per eccellenza.

A seguito della notizia ne è arrivata una, a mio parere, più triste: HP sta valutando di dismettere anche la linea di produzione PC.

Continue reading

Che computer mi compro?

Sfruttando il weekend di assenza per andare a Lucca Comics vi lascio con il seguente quesito.

Che computer (fisso) mi suggerite di comprare? Attualmente l’ipotesi più accreditata è questa.

I requisiti minimi che chiedo sono abbastanza semplici:

  • CPU intel core duo
  • RAID 1
  • Scheda video con supporto dual head
  • 3 anni di garanzia (inclusa o acquistabile come pacchetto aggiuntivo)
  • piena compatibilità con Linux
  • spesa massima 1.500 euro + iva

Suggerimenti?

[UPDATE]
L’acquisto è stato fatto. Ho preso la workstation HP WX4400 (certificata per Red Hat) versione PW374ET (con 2Gb di ram e 2hd da 250Gb SATA) abbinata ad una ATI X1600 Pro e 3 anni di garanzia a domicilio compresi nel prezzo per una spesa complessiva di 1200 euro + iva circa (offertona fatta da un mio amico/fornitore). Visto che c’ero, mi sono fatto prendere dall’entusiasmo ed, ho coronato il sogno del dual monitor con il main monitor wide abbinando all’attuale BenQ da 19 pollici questo Acer da 20 pollici trovato per botta di culo in promo da un fornitore con il 40% di sconto… :)

Per amor di cronaca, ho scartato le workstation ACER perchè non mi soddisfacevano, IBM e DELL perchè troppo costose a parità di hardware e dopo 2 giorni di forte indecisione Apple perchè senza garanzia (il costo della garanzia sforava di 300 euro sul budget) e secondo disco interno. Scampato pericolo pure questa volta…

ciuaz

Santo Windows…

Grazie ad alcune magie (e taaaaaaaaaaaanta pazienza) sono riuscito a:

  • ripristinare con BartPE la partizione di boot di un vecchio HD con Windows XP (che però è bloccato per via del seriale non riconosciuto)
  • far partire Commander con tale disco
  • scaricare un bios sgamuffo per la motherboard ed installarlo (ovviamente si installa solo da windows)
  • resettare tramite pin il bios sul factory default
  • ripristinare con il rescuecd l’installazione di Fedora 6 (da cui vi sto scrivendo) presente su un altro disco
  • ripristinare una partizione del disco di Fedora contenente alcuni documenti

Adesso il prossimo passo è configurare i backup automatico sui dischi di rete (mentre aspetto natale per il famoso NAS) ed installare una macchina Vmware con Windows XP per ripristinare le altre partizioni NTFS di tipo dinamico (o come dice fdisk SFS type 42).

Comunque sia Commander per un pochino starà sotto stretta sorveglianza…

ciuaz

Ciao ciao, Tartar

Oggi Tartar, il mio fidato notebook casalingo, ha per la seconda volta in 6 anni perso l’hd. La cosa che mi innervosisce è che è l’hd è morto il giorno dopo del backup della posta elettronica (meno male, sono 4Gb) ed il giorno prima del backup dei vari documenti (di cui ho una copia vecchia di qualche mese, porkap…).

Il maledetto è anche morto dopo che avevo penato un weekend intero a migrare Ubuntu Dapper ad Edgy. Sigh. Vabbè mi rimboccherò le maniche, monterò un hd da 10Gb abbandonato in un cassetto ed aspetterò di accumulare abbastanza fondi per finanziarmi l’acquisto di Laserbeak.

A questo punto è tempo che rispolveri l’idea di farmi un NAS casalingo magari RAID 5 (con pure un hd spare) dove salvare i dati…

Ah, già per chi fosse curioso sull’origine dei nomi dei notebook…

ciuaz

Default Password

Avete comprato l’ennesima stampate di rete strafica che oltre a stampare, legge memory card, vi stampa la posta elettronica e vi prenota la pizza. L’unica cosa da fare per raggiungere l’orgasmo tecnologico è aprire il browser, entrare nel pannellino web di amministrazione, inserire la password e ordinare una napoli.

A questo punto però vi accorgete che tra i 300 foglietti illustrativi, in altrettante lingue, che spiegano come aprire la confezione (e che per inciso sono dentro ad essa) e gli altri 200 depliant su prodotti complementari al vostro, manca uno straccio di informazione su qual’è la password di default per poter iniziare la configurazione!

Default Password è un sito, che come fa intendere il nome, contiene al suo interno la lista di più di 1500 prodotti con le relative password… evvai, ben cotta la pizza, eh!

ciuaz

TeraStation Linux Nas

terastationTeraStation è un’interessantissimo NAS da 1 Terabyte con 4 porte USB per eventuali espansioni di hd in cascata e con funzionalità di print server.

La cosa che però lo rende veramente interessante è che è basato su un sistema Linux Embedded facilmente hackabile secondo le proprie esigenze, sarà quindi possibile aggiungere l’accesso da una shell o installare del firmware personalizzato con software aggiuntivo. Proprio per questo è nato un wiki che cerca di raccogliere tutti i possibili hack e trucchi per l’hardware in questione.

Peccato solo che abbia un prezzo di 1000 dollari! :(

ciauz

VGA over Ethernet?

Chi non ha mai maledetto la sorte avversa quando si è ritovato con un cavo VGA troppo corto? Beh se il vostro scopo è solo quello di accedere ad una sessione (o comunque non quello di fare graphic design) una soluzione potrebbe darvela il cavo ethernet da 10m abbandonato in un armadio.

Infatti grazie a questo semplice schema è possibile rimappare su ethernet una porta VGA potendo sfruttare fino a quasi 10m di cavo senza eccessive perdite di qualità dell’immagine.

ciauz

Dual video con Usb

Decisamente interessante la soluzione dualview di Viewport, si tratta essenzialmente di un adattore USB->VGA che permette di connettere un secondo (o terzo) monitor al proprio pc senza dover aggiungere una nuova scheda video. Essendo un componente esterno l’adattatore non ha la potenza di una scheda video normale, ed infatti a 1280×1024 (risoluzione massima raggiungibile) è possibile operare solo con una profondità di 16bit, resta però ottimo strumento per leggere i blog preferiti mentre sul monitor principale stiamo programmando o vedendoci un film…

ciuaz