Categories
advisoring business design

Purpose driven company, cultura aziendale e OKR

Sinek, durante un Ted Talk, diceva:

“Profit isn’t a purpose. It’s a result. To have purpose means the things we do are of real value to others.”

Simon Sinek

In un mondo in cui il principio d’essere di una azienda si sta spostando dalla quantità di denaro lasciata agli shareholder all’aumento sistematico del valore per gli stakeholder (di cui gli shareholder sono una parte), quella frase deve essere impressa nella testa di ogni imprenditore che si rispetti.

Categories
advisoring business design

Mission, Vision e canali di vendita

Mi è capitato, e continua a succedere, di parlare con startup che confondono i canali di vendita con la loro mission aziendale. Frasi come “Rivoluzioneremo le palestre vendendo una nuova bevanda energetica” o anche “Cambieremo il mondo dell’hiring lavorando con i coworking” che ad un primo ascolto poco approfondito sembrano interessanti nascondono insidie non banali. Deconcentrando gli imprenditori dal problema identificato e dallo spazio delle soluzioni e confondendo la loro mission con i canali di vendita.

Categories
advisoring sustainability

Strategia di Sostenibilità

Sfruttando un paio di braccia rotte e l’impossibilità di usare il computer in modo continuo ho investito il mio tempo libero, negli ultimi due mesi, per chiaccherare con imprenditori1 conosciuti nel mio percorso per capire se e come stavano valutando temi di sostenibilità all’interno della loro quotidianità. L’ho fatto per mera curiosità e per capire come l’ecosistema di persone che mi circondano percepiscono i temi ai quali mi sono affacciato in modo più strutturato negli ultimi due anni.

Categories
advisoring business design

Come scrivere un KPI utile

Supponiamo di dover sviluppare una applicazione per tracciare il peso dei nostri utenti e che questa registrasse un valore di 80kg. Questa misura ci dice abbastanza per capire se é peso eccessivo o adeguato alla persona che sta usando l’applicazione? No.

Non ci dice abbastanza perché stiamo parlando di una misurazione estrapolata da un contesto e quindi poco utile a costruire un indicatore che sia utile a stabilire una qualche forma di progressione (o riduzione) del peso.

Aggiungendo altri dati come altezza, sesso, età ma anche la data di registrazione del peso possiamo contestualizzare ed iniziare ad estrapolare indicatori chiave o KPI (Key Performance Indicator) utili a costruire e monitorare il percorso di dimagrimento per il nostro utente.

In una conferenza sulle performance di O’Reilly alla quale ho avuto il piacere di partecipare una vita fa la sigla iniziale diceva testualmente:

Velocity is speed plus direction

Cioè senza sapere dove stiamo andando è poco utile avere come dato la sola velocità di esecuzione. Proprio per questo è importantissimo capire come e perché vanno costruiti i propri KPI.

Ma come si stabilisce se un KPI è stato definito bene?

Categories
Entrepreneurship pensieri

Reshoring, Sostenibilità e guerre economiche

Durante la pandemia una delle cose più evidenti per il mercato è stata la mancanza di offerta dovuta alla scarsità di materia prima e materia prima seconda.

Uno degli esempi più banali è stata l’impennata dei prezzi dell’elettronica (webcam in testa a tutto) facendoli diventare praticamente beni di lusso. Ma non è solo il mercato dell’elettronica ad averne risentito, la produzione di beni, dal tessile al metallurgico per passare all’automotive ha risentito pesantemente dal rallentamento (in alcuni casi diventato blocco) del trasporto delle merci dall’oriente all’occidente tanto da aver portato le aziende a rimettere in discussione le filiere di produzione.

Categories
advisoring pensieri

Trova il tuo Herbie

Uno dei libri che mi ha più colpito negli ultimi anni, è stato The Goal di E. Goldratt (se siete pigri ho appena scoperto che ne esiste una versione in italiano in forma di audiolibro su Audible). Lo lessi qualche anno fa, non ricordo se 5 o 6 anni fa al ritorno di una delle prime edizioni di BetterSoftware, e ricordo come se fosse oggi come mi fece scattare una molla interna su alcuni dei temi che, in quel periodo stavo cercando di approfondire e comprendere meglio.

The Goal è un romanzo manageriale che parla di complessità, Continuous Improvement e che introduce il tema della Theory of Constraints, in italiano Teoria dei Vincoli, che più mi ha aperto gli occhi su come e cosa dovevo guardare per la risoluzione dei problemi che stavo affrontando.

Categories
pensieri tecnologia

Blockchain, serve veramente?

Contrariamente a quanto molti affermano più passo il tempo a leggere post di sedicenti esperti di Blockchain e Crypto e più mi convinco che la tecnologia in questione oggi, rimanendo un ottimo spunto di discussione su fronte filosofico, non sia particolarmente utile ma anzi potenzialmente dannosa all’ambiente. Ma andiamo per gradi.

Categories
lifehack pensieri

Trova il tuo perché

Un paio di anni fa lessi di fila “Inizia dal perché” (Start with why) e “Trova il tuo perché” (Find your Why) di Simon Sinek. Il libro mi colpì abbastanza, non tanto per il modello/framework/workshop di ricerca del proprio perché (lasciatemi passare il termine “una americanata“) ma, per come determinati passaggi risonassero forti con una voglia di cambiamento che avevo dentro ed allo stesso tempo mi lasciassero insoddisfatto su altri livelli.

Lo vivevo come una sorta di incompletezza e non riuscivo a capire se fosse sul fronte mio di comprensione dei libri o su quanto il testo in realtà approfondisse determinati aspetti della ricerca del perchè in modo troppo approssimativo.

Categories
advisoring business design

OKR ed Elon Musk

Durante uno degli ultimi master che in cui ho fatto docenza ho portato, per spiegare gli OKR (Objective Key Result) l’esempio di Elon Musk e della costellazione di aziende che ha creato negli ultimi anni.

Prima però di parlare di come questi due temi vadano a braccetto introduciamo brevemente gli OKR e la loro importanza all’interno di un processo di innovazione.

Categories
business design Entrepreneurship eventi

Eventbrite, il prossimo Blockbuster?

Che la pandemia abbia portato un deciso scossone al mondo degli eventi è ormai evidente a tutti, se alcune aziende, quelle più piccole, hanno chiuso i battenti altre stanno convertendo, quando possibile, i propri eventi di punta in digitale o li stanno posponendo a fine anno affiancando e spingendo, nel frattempo, altre linee di business precedentemente secondarie (con Apropos stiamo, ad esempio, introducendo servizi di cabina regia virtuale per eventi live e community management potenziando nel frattempo l’area relativa a corsi online e docenze).