Categories
php tecnologia

Silex, phar e mongodb su DreamHost

Qualche giorno fa ho voluto sperimentare una microapplicazione Silex sul mio account DreamHost ed ho notato, con un po’ di disappunto, che nè il modulo PHAR nè quello Mongo erano attivi sul server.

Fortunatamente DreamHost permette di personalizzare la versione del PHP.ini che gira sul proprio account abilitando (o compilando) i moduli mancanti.

Ecco come ho fatto a risolvere i vari problemi che mi affliggevano.

Categories
php webdev

Ottimizzare symfony su DreamHost

twitornot: symfony on dreamhost optimization Qualche giorno fa, come esperimento personale, ho aggiornato (grazie all’aiuto di Federico per il layout), TwitOrNot. Di per sè l’applicazione è abbastanza banale, ma l’esercizio è stato fatto per testare alcune idee che da qualche tempo mi giravano per il cervello.

Innanzitutto, TwitOrNot migra dalla versione 1.1 alla 1.2.x di symfony, nel suo piccolo implementa l’autenticazione oAuth di Twitter non salvando in locale le password ma gestendo tutto tramite le API di quest’ultimo. Altra miglioria è stata la sostituzione, indolore visto l’esiguo numero di tabelle, di Propel con Doctrine, usando per quest’ultimo gli script di migrazione per gestire future implementazioni.

La cosa su cui però mi sono divertito di più è stata l’ottimizzazione dell’applicazione per l’utilizzo su un hosting come DreamHost utilizzando ySlow come calibro del mio lavoro.

Utilizzando lo script di analisi di Yahoo!, l’applicazione, nuda e cruda, presentava un bel D (a volte E) come risultato. Successivamente portato, tramite tweak del file di default .htaccess di symfony ad un onestissimo B (a volte C).

Vediamo in dettaglio i passaggi fatti.

Categories
tecnologia

Promo code per Dreamhost

Ho ricevuto 5 promocode per Dreamhost

052155534634
116155112555
171591060920
555880899296
556414092031

Iscrivendovi all’hosting provider utilizzateli come code referrer ed otterrete:

  • Up our plan features to 2TB disk and 20TB bandwidth!
  • Give $150 off a 5-year signup or $200 off a 10-year signup!

ciuaz

Categories
di tutto un po'

Comunicazione di servizio

Dreamhost sta upgradando il cluster su cui si trova questo sito e il mio indirizzo email, quindi non ne garantirà il funzionamento per tutta la giornata di domani. Per contatti urgenti usate gmail o qualche IM.

Questo messaggio si autodistruggerà, se ne avrà voglia, il 9 Febbraio alle ore 18.

ciuaz

Categories
tecnologia webdev

GoogleBot, DreamHost e WordPress

Le pagine analizzate ogni giorno da GoogleBot

Questo trittico di pezzi da novanta per dire che GoogleBot sta diventando sempre più aggressivo, il 90% delle template di WordPress permette di fare browsing, indicizzazione e navigazione anche di pagine di archivio con contenuti duplicati (archivi, categorie, tag, ricerche, etc) e DreamHost non apprezza particolarmente di avere degli shared hosting messi al tappeto dalla combinazione dei primi due.

Pertanto oggi mi sono visto recapitare un’email dove mi si avvertiva che solo mio account (dove risiedono oltre a questo blog, un altro paio di siti che superano le 4000 pageview/giornaliere) occupava circa il 10% della CPU del server, a causa dei continui ed incessanti accessi dei bot di Google, MSN e Yahoo! su tutte le pagine, e che pertanto gli ip di tali bot venivano bloccati tramite .htaccess.

Per risolvere il problema ho quindi aggiornato i file robots.txt di tutti i domini (qui potete scaricare il mio ottimizzato per WordPress) aggiungendo alcune direttive per indicizzare solo le pagine, senza passare da tutti gli archivi.

Inoltre sto pensando di aggiornare il template in modo che in base al tipo di contenuto servito aggiunga un adeguato <meta name="robots" content="" />

E voi che fate? Lasciate i bot aggressivi navigare in tutto il sito? Perchè?

Intanto vi lascio un link ad un articolo di askApache su come ottimizzare il file robots.txt per WordPress.

cuiaz

Categories
tecnologia webdev

Dreamhost VPS

Dreamhost virtual private serverjTheo mi ha fatto notare che da ieri è possibile fare richiesta di attivazione di un Virtual Private Server su Dreamhost. Per ora l’attivazione sarà possibile solo su invito però in futuro sarà attiva per chiunque.

La cosa interessante di questi VPS è che spazio e banda saranno quelli abituali del vostro account, mentre saranno garantiti CPU e Ram (al contrario di un normale shared hosting). Inoltre questi parametri possono essere modificati in ogni momento in base alle reali esigenze dei vostri progetti.

Sicuramente un’ottima notizia per chi ha alcune applicazioni su Dreamhost ed ha la sfortuna di essere finito su un server troppo affollato.

ciuaz

Categories
sysadmin tecnologia

Spostare i DNS da TopHost a Dreamhost

Ultimamente ho registrato per comodità alcuni domini .IT su TopHost, gestendoli poi direttamente sul mio account di Dreamhost.

La scelta è ricaduta su Tophost perchè (tralasciando il servizio di hosting che vale quanto costa) permette di modificare i propri DNS molto semplicemente ed ha dei decenti tempi di aggiornamento.

Le operazioni da fare per far si che i DNS vengano quindi gestiti da Dreamhost sono poche e semplici.

Categories
tecnologia

Vulnerabilità per Dreamhost

Pare che oltre 3500 account siano stati compromessi (fortunatamente non i miei) su Dreamhost, dal comunicato ufficiale (che potete leggere qui) alcuni cracker hanno modificato i dati del 20% dei 3500 account ftp violati inserendo pubblicità, occultata tramite css, all’interno di index.php e index.html dei vari siti. Da notare che questo numero rappresenta solo lo 0.15% della totalità degli account del colosso dell’hosting.

Il consiglio spassionato è quindi quello di accedere al vostro pannello e cambiare immediatamente la password ftp dei vostri utenti.

ciuaz

Categories
webdev

Piccola RewriteRule salva archivi

Spulciando i Google Webmaster Tools mi sono accorto che questo blog, e quelli di alcuni miei clienti, avevano alcuni post contenenti il vecchio path /index.php/archives/ ormai diventato inutilizzabile a causa delle politiche di utilizzo di PHP all’interno di Dreamhost.

Siccome sono pigro e la voglia di modificare a mano i post non c’è proprio ecco la piccola RewriteRule che ho usato per risolvere il problema.

# Redirect old Archive
RewriteBase /blog/
RewriteRule ^index.php/archives/(.*)$ /blog/archives/$1/ [R,L]

Semplice, pulita ed essenziale.

ciuaz

Categories
php

bbPress e Dreamhost

Se avete provato ad installare bbPress su Dreamhost e per qualche assurdo motivo i temi e gli stylesheet non vengono caricati come si deve allora create una directory chiamata my-plugins ed all’interno di questa create un file chiamato patch-to-URL.php contenente il seguente codice:

<?php
function fix_bb_path_to_url( $url ) 
{
        return preg_replace( '|:/(&#91;^/&#93;)|', '://$1', $url );
}
add_filter( 'bb_path_to_url', 'fix_bb_path_to_url', 1, -1 );
?>

A questo punto tutto dovrebbe di nuovo funzionare come si deve. Vi ricordo inoltre che se state lavorando ad un vostro tema quest’ultimo va spostato nella directory my-templates (che dovrete creare sempre voi).

via bbPress forum

caiuz