Categories
lifehack tecnologia webdev

QR Code bookmarklet

fullo.netSe vi piacciono i QR Code, come quello che vedete qui a sinistra sappiate che google mette a disposizione un comodo tool per la generazione on-fly degli stessi.

Per comodità ho creato una piccola bookmarklet che invoca il servizio e genera automaticamente l’immagine.

Per usarla, copiate questo codice all’interno di un bookmark:

javascript:window.open('http://chart.apis.google.com/chart?cht=qr&chs=150x150&choe=UTF-8&chld=H&chl='+document.location);void(0);

o, più semplicemente, trascinate questa QR Code Bookmarklet sulla vostra barra degli indirizzi.

ciuaz

Categories
lifehack tecnologia

Gmail offline sync…

gmail-offline Ed ecco che si avvicina inesorabilmente la morte dei client di posta elettronica. Infatti Gmail da oggi permette di scaricare la posta tramite Google Gear e di usufruirne anche offline.

Non solo, infatti oltre a sincronizzare quotidianamente la posta online con quella scaricata sul computer, il client si occupa anche di creare una icona sul desktop per poter accedere direttamente alla propria casella di posta. Purtroppo ad oggi la funzionalità non permette di scegliere cosa sincronizzare e cosa no, dovendo accettare passivamente le scelte fatte dal client (ad esempio nel mio caso un paio di mailing list sono state escluse dalla sincronizzazione), inoltre verranno solo sincronizzati gli ultimi due mesi di posta ricevuta.

Resta il fatto che un servizio del genere, su un portatile è una killer application che farà rimuovere client di posta ormai usati dal sottoscritto solo per leggere ogni tanto le ultime email quando non si ha la possibilità di stare connessi.

Aspetto con impazienza la versione per Calendar, o almeno un client di sincronizzazione decente per Symbian…

ciauz

Categories
linux

Google Chrome su Fedora 9

Ti accorgi di stare invecchiando quando il Dipendente ti mostra tutto felice che lui ha Google Chrome sulla sua distro linux (Ubuntu) e tu no.

E chi sono io per essere da meno?!

Mi è infatti bastato eseguire

root@teletran-1 #rpm -i http://media.codeweavers.com/pub/crossover/chromium/cxchromium-0.9.0-1.i386.rpm

Et voilà, Chrome, grazie a CodeWavers, gira anche su Fedora 9! E per di più senza il fastidioso bug che impedisce di accedere a pagine su server sicuri (https://)! :P

[update] ho parlato troppo presto, il bug continua a comparire randomicamente… sigh

ciauz

Categories
tecnologia

È arrivato il Google Browser!

google chrome, il browser di google
google chrome, il browser di google
Alla fine Google l’ha fatto. Ha realizzato il proprio browser, che si integra pienamente con i propri servizi e con un motore di rendering non basato su Gecko, su cui ha investito ed investirà fino al 2011.

Ma ha fatto, imho, anche di più. Ha infatti sviluppato una nuova piattaforma per il web prendendo il meglio da Firefox, Opera e Safari ed aggiungendo tutto il know-how acquisito con il “testGoogle Gear.

Chrome, questo il nome del browser-piattaforma, sulla carta (anzi sul fumetto) ha decisamente i numeri per scalzare tutta la concorrenza, anche se il nemico “dovrebbe” essere solo IE.

  • WebKit, l’unico progetto veramente degno di nota uscito da KDE (dai su lo sapete che sono un Gnome fanboy) e sfruttato commercialmente da Nokia ed Apple
  • Una virtual machine di JS (chiamata V8) studiata per essere performante e con un garbage collector degno di tal nome
  • Una UI con i controfiocchi, studiata per essere semplice da usare e potente allo stesso tempo (anche se prima vorrei testare di mia mano)
  • La completa separazione a livello thread di ogni tab/finestra, praticamente ogni oggetto lavora in una sua sandbox impedendo di far crashare tutta l’applicazione se un plugin, script o altro blocca un singolo tab. Senza contare che questo permette anche una maggiore sicurezza dei dati, bloccando sul nascere malaware che cercano di “sniffare” il contenuto di altre tab.
  • E soprattutto l’integrazione in ogni dove di google gear, rendendo il browser appunto una piattaforma di sviluppo di applicativi web based che possono gestire una propria basedati locale (in sqlite) e sincronizzarsi con l’esterno, e soprattutto con i servizi come Docs, Talk, Calendar e Gmail.

Chissà però se tutto questo non si risolva nell’ennesimo “browser da testare” per noi poveri sviluppatori…

ciauz

Categories
webdev

Google Analytics cambia script

Che Google Analytics ha cambiato lo script ne ho parlato un paio di giorni fa su Download|Blog, quello che non ho detto (perchè non era documentato) è che adesso il codice non va più vicino al </body> ma all’interno dell’<head> della pagina.

Quindi se avete migrato lo script da urchin.js a ga.js ed usate un plugin per WordPress come quello di Semiologic fate attenzione perchè le statistiche del vostro sito non verranno più aggiornate, o riceverete comunque strani comportamenti da GA.

Ultima chicca, per controllare se il codice di Analytics funziona correttamente sul vostro dominio provate questo sito: http://checkwebsite.erigami.com/googleanalytics.html

ciuaz

Categories
eventi foto tecnologia

Google MindStorm…. ops… WebMasterMind!

Google WebMasterMind/7 Finalmente a casa. Questo è stato l’unico pensiero che mi ha attanagliato la mente quando ieri sera, dopo 3 giorni di trasferta tra Torino, Vigevano, Milano (e viceversa) e molti, ma molti, km ho parcheggiato l’auto.

Ho passato una settimana decisamente ricca di eventi, primo tra tutti il Google Web MasterMind di mercoledì.

A dispetto delle mie aspettative, deluse da anni di “conferenze tecniche” trasformate in meri eventi commerciali, devo dire che finalmente qualcosa di nuovo si è visto. Gli sviluppatori (mi rifiuto di chiamarli ing.) di Google, che dopo una mattinata introduttiva, hanno organizzato workshop e seminari che andavano oltre al “quanto siamo fichi” e che facevano mettere mano veramente a tecnologie nuove, come le API per GDATA, o già viste ma poco “studiate” come i Google Gadgets.

Unico rammarico è che essendo stato il tempo tiranno i workshop hanno potuto solo introdurre gli argomenti, senza approfondire troppo lasciandone molti indiscussi. Avrei preferito magari due livelli di corso, uno per chi giàssà ed uno per chi vuole soltanto capirne le basi.

Categories
lifehack tecnologia

Ascoltare MP3 senza scaricarli

Google Mail ha qualche tempo fa inserito nella propria interfaccia web la possibilità di visualizzare direttamente video da youtube. Ricevendo un file mp3 mi sono accorto che anche quest’ultimo era ascoltabile dallo stesso player.

Ecco quindi che, incuriosito, ho dato un occhio all’url che caricava il file e mi sono accorto che quest’ultima permette di caricare anche file esterni alla propria casella di posta.

L’url incriminata è http://mail.google.com/mail/html/audio.swf?audioUrl=http://url.to/file.mp3 dove ovviamente sarà possibile indicare qualsiasi fonte esterna di dati.

Buon ascolto

ciuaz

Categories
php

Google API per PHP 5

Google durante l’ultima Zend Conference ha reso pubbliche le nuove API per l’accesso ai suoi servizi tramite PHP 5.

La cosa interessante è che le API in questione saranno incluse nello Zend Framework, che giusto ieri ha raggiunto la versione 0.20 e che al suo interno già includeva librerie per connettersi a Flickr, Amazon e Yahoo.

Altro che Django… :P

ciuaz

Categories
ajax pensieri tecnologia

Yahoo UI vs Google Web Toolkit vs Adobe Spry

Ormai anche i grandi hanno iniziato a rilasciare, oltre alle API per l’accesso ai propri strumenti, toolkit e framework completi per la realizzazione di applicazioni anche di un certo calibro.

Yahoo con le sue User Interface Library permette una notevole interazione lato utente, tanto che c’è già chi ha realizzato giochi come il Tetris interamente in javascript, DOM e CSS.

Google invece ha rilasciato un toolkit per scrivere web application in java (orrore!) e per poi tradurle automaticamente in applicazioni javascript AJAX-enable.

Adobe dal canto suo ha rilasciato tempo fa Spry, un framework javascript per realizzare usando DOM (ed a una prima occhiata Xpath) applicazioni web non eccessivamente complesse.

Ora che anche i big spingono verso il web 2.0 riusciremo (in ItaGlia) a far capire ai nostri clienti che è tempo di iniziare a valutare l’effettiva utilità di certe tecniche all’interno delle loro applicazioni?

ciauz

Categories
lifehack tecnologia

Google Calendar tutorial

Ho appena scritto un tutorial per Google Calendar su DownloadBlog, dateci un occhio se vi interessa usare al meglio questo comodo pim web-2.0! ;)

ciuaz