Categories
linux sysadmin

Apache e creazione dei file

Se vi capita di usare php per generare file e dovete far in modo che questi ultimi siano modificabili non solo dall’utente apache ma anche dagli altri utenti appartenent al suo stesso gruppo dovrete aprire /etc/init.d/httpd (o /etc/init.d/apache) ed inserire subito prima all’invocazione dell’eseguibile la seguente stringa: umask 002.

Riavviate apache e provate a creare un file con php, il permesso settato dovrebbe essere adesso 664 invece che 644, per modificare i permessi dando ad esempio la lettura/scrittura a tutti (666) il valore di umask sarà invece 000.

Categories
php webdev

JSON, ScreenShot ed altro…

Post raccolta utile a chi usa il mio blog come motore di ricerca per argomenti tecnici ;)

ciuaz

Categories
php webdev

Patterns for PHP

Ennesimo sito sui pattern di programmazione, questa volta però applicati al solo php.

Patterns for PHP, questo il mirabolante nome, è però pure un wiki dove tutti posso collaborare al miglioramento delle descrizioni dei pattern stessi.

[update]
su IBM developerworks di parla di 5 pattern classici per lo sviluppo con php

ciauz

Categories
webdev

Tutto blogo a portata di click

Oggi ho realizzato in una mezzoretta tutti gli script per aggiungere i blog del Network Blogo all’interno del quicksearch di Firefox.

Trovate la paginetta di installazione generale su Download|Blog.

ciauz

Categories
lifehack php sysadmin

Usare PEAR con Zend Studio 5.2

Un problema abbastanza noto dello Zend Studio 5 è che l’inclusione di librerie dinamiche (usando il server interno) non funziona un granchè bene.

Quindi se ad esempio vogliamo usare classi PEAR senza usare il path completo delle stesse ma limitandoci a quelli relativi (molto comodi se poi l’applicazione verrà migrata su un server configurato allo stesso modo della macchina di sviluppo) e delegando quindi PHP a cercare negli include_path predefiniti ci troveremmo a ricevere dallo Zend Studio una marea di errori e warning.

Per risolvere basta aggiungere una riga di configurazione al php.ini utilizzato dallo Zend Studio per il debug degli script.

aprite quindi il file relativo alla versione di php su cui sviluppate (ad esempio io uso php5)

root@tartar# vi /usr/local/Zend/ZendStudio-5.2.0/bin/php5/php.ini

ed aggiungete come ultima riga il path nel quale avete installato le librerie PEAR

include_path =/usr/share/pear

A questo punto provate a far ripartire il debug del codice et voillà! tutto funziona perfettamente ;)

ciuaz

Categories
linux sysadmin tecnologia

Configurare Zend Studio con SVN ed SSH

Dopo un paio d’ore di tentativi ho finalmente messo online il mio repository svn locale. Il server si basa su Fedora Core 5 e come client di accesso uso lo Zend Studio.

L’installazione del server è abbastanza semplice e la descriverò qui di seguito (più per memento personale che per altro).

Il tutorial tratta solo la configurazione per un ambiente di tipo personale, nel caso vogliate configurare un accesso condiviso tra più utenti vi consiglio di integrare il mio tutorial con questo qui (da cui ho preso spunto per alcune cose).

Categories
ajax php

Ridondanze…

Mi sono accorto che per scrivere uno stupidissimo form mail ajax enabled tra codice js, html e php spreco circa 100k ed utilizzo qualcosa come 6 diversi file (stili a parte). Di questi il 70% sono di effetti stupidi in js, il 20% in html ed il restante 10% di php object oriented.

La stessa cosa l’avevo fatta tempo fa nell’ottica di web 1.0 (ma facciamo anche 0.5) con php embedded nel codice html ed utilizzando circa 10k.

Alla faccia della ridondanza…

ciuaz

Categories
ajax pensieri tecnologia

Yahoo UI vs Google Web Toolkit vs Adobe Spry

Ormai anche i grandi hanno iniziato a rilasciare, oltre alle API per l’accesso ai propri strumenti, toolkit e framework completi per la realizzazione di applicazioni anche di un certo calibro.

Yahoo con le sue User Interface Library permette una notevole interazione lato utente, tanto che c’è già chi ha realizzato giochi come il Tetris interamente in javascript, DOM e CSS.

Google invece ha rilasciato un toolkit per scrivere web application in java (orrore!) e per poi tradurle automaticamente in applicazioni javascript AJAX-enable.

Adobe dal canto suo ha rilasciato tempo fa Spry, un framework javascript per realizzare usando DOM (ed a una prima occhiata Xpath) applicazioni web non eccessivamente complesse.

Ora che anche i big spingono verso il web 2.0 riusciremo (in ItaGlia) a far capire ai nostri clienti che è tempo di iniziare a valutare l’effettiva utilità di certe tecniche all’interno delle loro applicazioni?

ciauz

Categories
ajax

60+30 tutorial su Ajax

Direttamente dal blog di Max Klesler: 60 tutorial su ajax e round-up of 30 ajax tutorial.

[update]
su phpmagazine ne pubblicano ben 100!

ciuaz

Categories
ajax php webdev

Rassegna di links del venerdì

ciuaz